Corridoi umanitari

S. Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche Italiane, Chiesa valdese sono riusciti a organizzare punti di accoglienza e verifica in Marocco e Libano e a far conseguire il permesso per motivi umanitari a soggetti particolarmente vulnerabili. Sono previsti 1000 ingressi organizzati con questo metodo. Può sembrare poco rispetto ai più di 900.000 arrivi del 2015, ma la speranza è che altre organizzazioni riescano a muoversi nello stesso modo e ad agevolare il passaggio di queste persone – spesso bisognose di cure molto urgenti – in Europa. La prima famiglia, con una bambina malata di tumore che necessita di importanti e urgenti cure – è atterrata il 4 febbraio 2016 al Terminal 3 di Fiumicino.

v.a. http://www.internazionale.it/opinione/stefano-liberti/2015/12/17/italia-profughi-corridoi-umanitari

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...